La fusione a cera persa, come funziona?

La fusione a cera persa è una particolare tecnica che consiste nel creare un gioiello utilizzando la cera, un materiale che può essere modellato secondo le proprie esigenze. A seconda del tipo di cera che si utilizza, può essere plasmata direttamente con le mani o lavorata tramite lime, frese, bisturi…permettendo di creare dettagli particolari e significativi.

 

Una volta creato il nostro modello in cera si realizza uno stampo in gesso attorno ad essa. La forma dello stampo è studiata per contenere più oggetti da fondere disposti a grappolo intorno ad un albero centrale. Si avrà così uno stampo cilindrico pronto a ricevere la colata di metallo fuso che andrà a prendere il posto della cera. Da qui il termine “fusione a cera persa”.

 

Questo passaggio avviene in laboratori specializzati di microfusione, sono loro che compiono la magia!

Il gioiello che ne uscirà non sarà fatto e finito, lucido e bello, sarà ruvido e bianco, da lavorare di nuovo!

Una volta che si ha rifinito il gioiello, a seconda della necessità, è possibile fare uno “stampo” detto Gomma, all’interno della quale viene iniettata cera liquida. Questa permette quindi di replicare più volte lo stesso elemento.